La nostra lettera a Papa Francesco

  • Stampa

COMUNICATO STAMPA

GLI ANZIANI DI FONDAZIONE SANTA TECLA SCRIVONO A PAPA FRANCESCO

In 19 di centro diurno e nucleo Alzheimer chiederanno al pontefice una preghiera, una benedizione, o di nominarli e salutarli durante una messa o un'udienza

“Caro papa Francesco, ti chiediamo una preghiera per noi tutti della Fondazione!!”papa francesco

Diciannove anziani di Fondazione Santa Tecla stanno preparando una lettera a papa Francesco, proprio nei giorni in cui si ricorda un anno dall'elezione del pontefice, avvenuta il 13 marzo 2013.

Nella lettera racconteranno la loro vita, le loro paure e speranze, e chiederanno al papa di ricordarsi di loro e di tutti gli anziani della Fondazione: con una preghiera, una benedizione, o magari con un saluto pronunciato durante una messa o un'udienza papale, anche se gli anziani, a motivo della loro fragilità, non potranno partecipare di persona.

Scrivere a papa Francesco è il cuore del progetto “Lettera al Papa” avviato dall'equipe educativa di Fondazione Santa Tecla.

Coinvolti, con un incontro alla settimana per un mese, 19 anziani, tra chi è ospite della Sezione ad alta protezione per sofferenti di Alzheimer e demenza e quanti frequentano il centro diurno.

I due gruppi hanno così occasione di collaborare per un progetto comune, pensato su misura per loro e per la loro dimensione spirituale: hanno così anche un'opportunità di esprimere, rivolgendosi al Papa, la loro forte fede.

“Lettera al Papa” è a cura dell'educatrice Elena Crestan, con il supporto dello psicologo Filippo Fogo.

NOTA - I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Approfondisci